Ju-jitsu: Flessibilità, fisica e mentale

Maestro Ju-Jitsu: Andrea Caretti 5° Dan

Maestro Ju-Jitsu: Andrea Caretti 5° Dan

È la madre delle arti marziali giapponesi. Comprende al suo interno tecniche di proiezione, di immobilizzazione, leve articolari, colpi con ogni parte del corpo, rivolti ai punti vitali e ai centri nervosi dell’avversario, con lo scopo di sottometterlo nel minor tempo possibile, e con il minimo dispendio di energia.
Il significato dell’ideogramma JU si riferisce alla flessibilità, fisica e mentale, che richiede e dona la pratica, all’uso della decontrazione muscolare, del rilassamento psico-corporeo che permette il compenetrarsi nella mentalità dell’avversario, per volgere la forza dell’attacco contro l’aggressore. Il Jujitsu è un’arte di combattimento corpo a corpo, contro uno o più avversari, ma prevede difese da ogni tipo di arma, e l’utilizzo delle armi tipiche del guerriero samurai.
Nato sui campi di battaglia giapponesi, popolo di statura minuta e non dotato di grande forza fisica, per sopravvivere in ogni condizione, è utilizzato da vari corpi speciali, e si presta alle esigenze della difesa personale odierna: pur sviluppandole nella pratica, non richiede doti atletiche particolari, è praticato da persone di varia età e dalle donne, che sono spesso favorite dalla loro struttura fisica, più cedevole e flessibile, nell’apprendimento avanzato.

Ju-jitsu: Il morbido vince il duro

Ju-Jitsu sesto fiorentino

Vuoi partecipare ad una lezione? Compila il modulo

Dichiaro di aver letto l'Informativa sulla Privacy. Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR)

  • Telefono: 339.5425705

  • Cellulare: 320.3530697

  • info@renbukan-dojo.it

  • Via Giacomo Leopardi, 64/6 Sesto Fiorentino FI